Didattica

Il Servizio Educativo del Museo Nazionale Romano, tenendo conto della realtà di ciascuna delle sue quattro sedi, promuove la conoscenza del proprio patrimonio culturale come strumento di crescita personale, di valorizzazione del territorio e di confronto con la storia.

SCUOLE
Il programma didattico 2017-2018 offre a titolo gratuito 23 tra attività e laboratori diversificati per studenti di ogni ordine e grado, dalle scuole dell’infanzia agli istituti secondari, attraverso percorsi didattici, laboratori, alternanze scuola-lavoro e tirocini universitari.
Le attività didattiche per le scuole vanno prenotate al seguente indirizzo:
mn-rm.servizioeducativo@beniculturali.it
Le informazioni sull’offerta formativa si possono trovare anche sul sito del Sed del Mibac http://www.sed.beniculturali.it/ o possono essere fornite scrivendo al seguente indirizzo mail:
mn-rm.servizioeducativo@beniculturali.it

FAMIGLIE
Il Servizio Educativo del Museo, in collaborazione con Coopculture, dedica alle famiglie “AndiAMO al Museo” un calendario di attività ludico didattiche per famiglie, con cui adulti e bambini possono condividere il piacere di imparare giocando.
Nelle quattro sedi del Museo genitori e bambini, anche piccolissimi, scopriranno l’eleganza di imperatori e imperatrici, ascolteranno antiche e misteriose preghiere, aguzzeranno la vista alla ricerca di stemmi nascosti, cercheranno fiori colorati in lussureggianti giardini dipinti, leggeranno antiche scritture e metteranno alla prova il loro olfatto con essenze di antichi profumi…
Tutte le iniziative sono segnalate sui canali di comunicazione istituzionali o possono essere richieste al seguente indirizzo:
mn-rm.servizioeducativo@beniculturali.it

Ma Diocleziano prendeva il treno? Centri estivi al Museo Nazionale Romano
Il Servizio Educativo del Museo Nazionale Romano, in collaborazione con CoopCulture, presenta i centri estivi che si terranno dall’11 giugno al 13 luglio.
Le attività, dedicate ai bambini dai 6 agli 11 anni, si svolgeranno presso le Terme di Diocleziano; in cinque settimane i bambini scopriranno l’archeologia, l’arte e la natura di questo sito e delle sue trasformazioni millenarie, dall’ età di Diocleziano all’ arrivo dei treni e alla nascita di Roma Capitale.

Ma Diocleziano prendeva il treno?
Centri estivi al MNR
Centri Estivi Terme di Diocleziano

 

Il Museo Nazionale Romano per 
piccoli visitatori. Il diario di bordo
Diari di bordo

 

AndiAmo al Museo 2017/2018
AndiAmo al Museo 2018


ACCESSIBILITÀ

Il Servizio Educativo lavora affinché venga garantito il diritto delle persone con disabilità di partecipare alla vita culturale, con l’obiettivo di offrire e realizzare strumenti efficaci per giungere alla piena inclusione.
Il personale del Servizio Educativo, appositamente formato, è disponibile ad accompagnare visitatori ipo- e non-vedenti nelle sale espositive, all’interno di percorsi permanenti dedicati al pubblico con disabilità visiva.
È richiesta la prenotazione al seguente indirizzo mail:
mn-rm.servizioeducativo@beniculturali.it

In collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero
Museo Omero


PROGETTI SPECIALI

Il Museo va in Ospedale…a Scuola
Dal mese di aprile è in corso il progetto “Il Museo va in Ospedale…a Scuola”.
Attraverso i laboratori didattici che il Servizio Educativo del MNR, in collaborazione con i docenti della Scuola dell’I.C. Virgilio - Sezione OBG, sta realizzando presso il Reparto di Oncoematologia dell’Ospedale Bambino Gesù, non sono i bambini a visitare il Museo, ma il Museo a visitare loro!

Il Museo va in Ospedale...a Scuola

Il Museo va in Ospedale...a Scuola

Il Museo entra in Ospedale  http://www.ospedalebambinogesu.it/il-museo-entra-in-ospedale

MUSEO PER TUTTI
È  in fase di realizzazione il progetto “Museo per tutti - L’accessibilità museale per le persone con disabilità intellettiva”, in collaborazione con l’Associazione Onlus “l’abilità” e la Fondazione De Agostini per sostenere azioni efficaci nell’ambito dell’inclusione sociale e culturale delle persone con disabilità intellettiva (bambini e adulti). Il progetto sta muovendo i primi passi nella sede di Palazzo Altemps, e verrà successivamente esteso alle restanti sedi del Museo Nazionale Romano.